Image Alt

Pangea: recensione allo spettacolo

News, Blog & Press

Pangea: recensione allo spettacolo

Nell’età in cui non capisci l’importanza degli eventi – quei 14 anni che sono pochi ma che ti sembrano già tanti – venne abbattuto il Muro di Berlino. In una giornata di novembre del 1989 l’Europa inizia il suo percorso di Unione, “ufficializzato” poi, ma forse solo monetariamente, una manciata di anni più tardi, o forse più.

 

Negli anni in cui tutto era ancora lontano (alla fine degli anni Ottanta Ryanair e le altre compagnie “low” non avevano ancora iniziato ad accorciare le distanze), Berlino – la Germania no, ma la capitale sì – era una fatamorgana. Non una città ma solamente un nome, lontano, piantato in una pianura, legato alla guerra. E una lingua: quella inglese dei Pink Floyd, quella, nello specifico, di “The wall”. Il muro, per chi ascolta la musica, è quello lì: un cartone animato con i martelli che marciano in fila, come una danza, un “Bolero” rock lungo e apparentemente allegro.

 

Marco Cortesi, all’epoca dei fatti, aveva 10 anni. Nonostante avesse già superato l’età dell’imprinting, qualcosa di quell’evento gli deve essere rimasto dentro e dopo un’incubazione di diversi lustri ha partorito, assieme alla poderosa Mara Moschini, uno spettacolo teatrale. Teatro civile, per essere precisi: una modalità difficile, non priva di ostacoli. Raccontare la storia sui palcoscenici significa essenzialmente essere un grimpeur che affronta le salite più impervie, unendo gambe, concentrazione, cuore e passione. Significa ascoltarsi dentro, e condividere una ricerca assieme a un pubblico.

 

Photo by Pier Paolo Longo ©

Marco Cortesi è attore e regista. Diplomato presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, sviluppa la sua produzione teatrale come attore monologante di teatro civile alternando il lavoro come autore e attore in tv (con il programma “Testimoni” per Rai Storia da lui ideato e interpretato). Tra i suoi lavori teatrali, nati da un’attenta indagine d’inchiesta, “Le donne di Pola”, monologo sulla guerra nella Ex- Jugoslavia con oltre 350 repliche, un libro ed un DVD, “L’Esecutore”, un documentario-teatrale in formato Libro+DVD sull’ultimo boia di Francia, scritto da Paolo Cortesi e liberamente ispirato ad una storia vera (Infinito Edizioni) e “La Scelta”, quattro storie vere dal conflitto di Bosnia basato sul libro “I Giusti nel Tempo del Male” della Dott.ssa Svetlana Broz (Ed. Erickson) ora un libro+DVD per Edizioni Erickson. E' inoltre autore e interprete dello spettacolo "Rwanda", monologo-testimonianza sulle vicende del genocidio rwandese. E' coautore e interprete del film "Rwanda", trasposizione cinematografica dell'omonimo spettacolo teatrale, presentato alla 75° Mostra del Cinema di Venezia in accordo con Le Giornate degli Autori. Il suo ultimo spettacolo "Die Mauer - Il Muro" sulla storia del Muro di Berlino è ora in tournèe.

info@marco-cortesi.com

X