Una storia di Perdono

“Non lasciare che questa storia cada nell’oblio” è scritto all’inizio della lettera.

 

Termino la lettura con i brividi lungo la schiena e gli occhi lucidi. Di seguito trovate la storia di Delphine. Questa storia proviene da una delle pagine più terribili ed allo stesso tempo più dimenticate del XX secolo: quella del genocidio che sconvolse il Rwanda nel 1994. Una devastante crisi economica, un attentato che portò alla morte del presidente della repubblica e all’interno del piccolo paese centro africano inizia un sistematico sterminio a danno della minoranza tutsi ad opera del gruppo sociale hutu. 104 giorni e un milione di morti.

 

Se non perdonassi la mia vita non avrebbe senso. Io sono nata per amare

 

In mezzo all’intolleranza, alla violenza e al razzismo dilagante, le parole di Delphine sono più forti di uno schiaffo e più dolci di un bicchiere di latte. Una storia di perdono che è capace di scavarti dentro e di farti capire la forza delle nostre scelte, anche quelle più difficili.

Scopri tutta la serie su YouTube
Marco Cortesi

<p>Marco Cortesi è attore e regista. Diplomato presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, sviluppa la sua produzione teatrale come attore monologante di teatro civile alternando il lavoro come autore e attore in tv (con il programma “Testimoni” per Rai Storia da lui ideato e interpretato). Tra i suoi lavori teatrali, nati da un’attenta indagine d’inchiesta, “Le donne di Pola”, monologo sulla guerra nella Ex- Jugoslavia con oltre 350 repliche, un libro ed un DVD, “L’Esecutore”, un documentario-teatrale in formato Libro+DVD sull’ultimo boia di Francia, scritto da Paolo Cortesi e liberamente ispirato ad una storia vera (Infinito Edizioni) e “La Scelta”, quattro storie vere dal conflitto di Bosnia basato sul libro “I Giusti nel Tempo del Male” della Dott.ssa Svetlana Broz (Ed. Erickson) ora un libro+DVD per Edizioni Erickson. E’ inoltre autore e interprete dello spettacolo “Rwanda”, monologo-testimonianza sulle vicende del genocidio rwandese. E’ coautore e interprete del film “Rwanda”, trasposizione cinematografica dell’omonimo spettacolo teatrale. Il suo ultimo spettacolo “Die Mauer – Il Muro” sulla storia del Muro di Berlino è ora in lavorazione.</p>

No Comments

Post a Comment

X