“La Scelta” a Sarajevo

Tutto cominciò quasi per scommessa.

 

Io e Mara lavoravamo da qualche tempo per il canale tematico Rai Storia. Un lavoro appassionante e carico di sfide, ma con il passare dei mesi la voglia di ritornare a raccontare di Bosnia e di storie di pace si era fatta sempre più forte.

 

Fu nell’estate del 2010 che Mara prese tra le mani il meraviglioso libro della Dottoressa Svetlana Broz (“I Giusti nel tempo del Male” – Ed. Erickson) alla ricerca di alcune storie che nelle nostre intenzioni avrebbero potuto rappresentare il tema e la struttura portante di un nuovo spettacolo di teatro civile.

 

«Sarebbe bello poter mostrare alla gente il potere delle nostre scelte… Queste storie mettono i brividi!» – affermava Mara mentre era immersa nella lettura del libro in un piccolo giardino pubblico di quartiere, zona Furio Camillo – Roma.

 

L’estate 2010 fu un’estate calda, caldissima, di quelle dove l’aria è ferma e stagnante e dove la notte assomiglia ad un lento girarrosto. Fu durante una di quelle notti con la finestra spalancata su di un panorama romano che nacque l’idea di un nuovo spettacolo. Il titolo: “La Scelta”.

 

“La Scelta” debutto nella bella Sardegna nel Novembre 2011 ed ora dopo quasi sei anni dal suo debutto festeggia la sua replica numero 600 diventando uno degli spettacoli di teatro civile più replicati del panorama italiano.

Per celebrare questo traguardo giunge un’occasione importante e irripetibile: la proiezione cinematografica della versione video dello spettacolo in una cornice straordinaria: Sarajevo – Bosnia Erzegovina presso il celebre Kino Meeting Point, cinema di culto nel cuore della città bosniaca.

 

Una proiezioni importante davvero accompagnata dai loghi dell’Università di Bologna, di quella di Sarajevo, del Ministero degli Affari Esteri Italiano, della Commissione Europea, dello IECOB – Istituto per l’Europa Centro Orientale e Balcanica ed ERMA – European Regional Master in Democracy and Human Rights in South East Europe. Le nostre storie nella versione video per la regia di Andrea Maffucci giungeranno nel luogo simbolo di una delle guerre più drammatiche e dimenticate della Storia del XX Secolo: Sarajevo.

 

Grazie, grazie e ancora grazie per averci accompagnato in tutti questi anni, per aver reso “La Scelta” un piccolo e grande manifesto della dignità e potenza dell’essere umano quando in nomi dei suoi valori più sacri e profondi egli diviene capace di cambiare il proprio destino e di fare la scelta giusta.

Visita il sito dell'iniziativa
No Comments

Post a Comment

X