Un nuovo spettacolo in arrivo

«C’era solo una cosa della quale ero certa: io non morirò qui»

 

Katrin ha 74 anni, capelli biondi come l’oro e due meravigliosi occhi azzurri. Nel 1961 è una ragazza come tante altre. Katrin è innamorata di Peter. Peter è innamorato di Katrin, vuole sposarla e mettere su famiglia, insieme. La mattina del 13 agosto 1961 è una bellissima domenica d’estate. «Peter passerà in bicicletta e andremo insieme fino ai giardini sulla Sprea». Quella mattina Katrin si sveglia presto e si affaccia alla finestra della sua casa su Bernauer Strasse nel centro di Berlino.

 

«Tutto è iniziato quella mattina di agosto. Tutto è finito 28 anni dopo».

 

Decine e decine di militari con rotoli di filo spinato, martelli pneumatici e pali in cemento… Un muro alto più di tre metri e una striscia della morte che si estende subito a ridosso con soldati armati, torrette di guardia e mitragliatori. Dal quel giorno il mondo intero lo chiamerà semplicemente: “Die Mauer – Il Muro”, la più inquietante e letale barriera in grado di mantenere separate per 28 anni centinaia di migliaia di persone e con loro Katrin e Peter. Invalicabile, inviolabile, indistruttibile.

 

Per i soldati di frontiera a guardia del Muro esiste solo un ordine: “se qualcuno si avvicina, sparate per uccidere”.

 

•••

 

Quattro mesi di documentazione e ricerca, ma la vera avventura inizia adesso. “Le Donne di Pola”, “L’Esecutore”, “La Scelta”, “Rwanda” e ora eccoci al lavoro sul nostro nuovo spettacolo di teatro civile “Il Muro”. Porteremo in scena storie vere di uomini e donne che hanno sfidato e sconfitto il muro più letale del Mondo. Lo faremo nello stile che ci contraddistingue e che ha determinato il successo dei nostri precedenti spettacoli: una narrazione scarna, veritiera e la forza di storie vere raccolte dalla bocca stessa di chi le ha vissute.

 

Una storia, quella del Muro di Berlino, di una attualità disarmante. Una storia che parla di barriere, di diritti umani violati e dittature, ma allo stesso tempo anche del destino di migliaia di persone che decisero di scavalcare una barriera ingiusta e ignobile per conquistare il diritto di essere semplicemente “liberi”.

 

Abbiamo passato a Berlino settimane raccogliendo alcune delle storie più incredibili, emozionanti e commoventi che abbiamo mai ascoltato. Abbiamo incontrato i reali testimoni e raccolto le loro parole. Ora non possiamo che dire “Grazie” a tutti coloro che con sincerità e coraggio hanno accettato di raccontarci alcune delle pagine più drammatiche della loro esistenza.

 

“Il Muro” è ora in fase di scrittura. Vi terremo informati puntuamente sullo sviluppo dello spettacolo che sarà disponibile a partire da settembre 2017.

Raggiungi la pagina dello spettacolo
No Comments

Post a Comment

X